U

Una Cena al Armani Ristorante di Dubai

Durante le vacanze natalizie ho avuto la fortuna di poter trascorrere alcuni giorni di vacanza negli Emirati Arabi ed esattamente negli stati di Dubai ed Abu Dhabi. Nei prossimi giorni vi racconterò con un piccolo diario quali esperienze ho potuto vivere in queste due città, ed anche quello che ho mangiato. Vorrei iniziare il racconto di questo viaggio con un’esperienza culinaria così particolare che ho fatto in uno dei primi giorni dell’anno. Cenare all’interno della grattacelo più alto del mondo il Burj Khalifa è stato davvero una bella esperienza che lascia viaggiare anche la fantasia, soprattutto perchè avevo visto moltissime foto di questo capolavoro di architettura e poi poterci entrare… Questo luogo di Dubai è conosciuto in tutto il mondo per avere al suo interno l’Hotel Armani, da qui avere l’onore di poter cenare nel Ristorante Armani di Dubai mi ha emozionato molto.

Location ricercatissima dal sapore internazionale ma anche per un pubblico locale. Un ritrovo per molti italiani che vivono in quella città e che vogliono gustare piatti della nostra cucina mediterranea, reinterpretati e presentati in modo impeccabile dallo Chef Alessandro Salvatico.

ph Max Montingelli©sgp

armani_ristorante_dubai_08

Il design del locale mi ha subito colpito per come è strutturato e per la sua circolarità. Gli ampi tavoli con i divani ma che sono distanti al punto giusto da non disturbare i vari commensali. La cucina, a vista, dove si vede tutta la brigata muoversi come degli orchestranti impegnati in un concerto in perfetta armonia e sincronia.

Cenando da Armani a Dubai ho adorato i colori, le luci e soprattutto i piatti che ho gustato quella sera, ricordo ancora adesso uno dei dolci a fine cena: la sfera di cioccolato.

armani_ristorante_dubai_04

Il tiramisù era un capolavoro di architettura mi dispiaceva quasi romperlo per mangiarlo.

armani_ristorante_dubai_02

Anche il salmone ben cucinato e presentato cambia la prospettiva di mangiare quell’alimento e permette di apprezzarlo e gustarlo.

armani_ristorante_dubai_07

Devo anche ringraziere lo Chef Salvatico che mi ha donato una delle sue ricette che ho gustato quella sera, il suo risotto agli scampi e limone, ed eccola qui per voi.

????????????????????????????????????

Risotto Carnaroli al limone e timo e scampi scottati

Ingredienti per 4 persone:

400gr di Riso Carnaroli

2 litri di Brodo vegetale

80gr di Burro

50gr Parmigiano grattugiato

5 gr timo sfogliato

12 Scampi grandi

1 Scalogno

Scorza di un limone

30 gr olio di oliva extra vergine

10 gr germogli

Sale q.b.

Pepe nero q.b.

Procedimento:

  1. Pulite gli scampi rimuovendo la testa e il carapace.

  2. In un tegame fate appassire lo scalogno finemente tritato con l’olio di oliva, aggiungete il riso e tostatelo per circa due minuti.

  3. Bagnate con il brodo vegetale, salate e incominciate la cottura aggiungendo brodo ogni qualvolta che il riso lo abbia assorbito. La cottura richiede circa 16-18 minuti in base alla qualita del riso.

  4. Quando la cottura e ultimata rimuovere dal fuoco e procedete alla mantecatura aggiungendo il burro, il timo, la scorza di limone e infine il Parmigiano.

  5. Nel mentre scottate, in una padella rovente, gli scampi con olio e timo, dorandoli per bene.

  6. Impiattate il risotto al centro del piatto e completate con gli scampi, i germogli, un filo d’olio e pepe macinato fresco.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *