Happy hour dim sum

Capita a volte di avere voglia di un apertivo diverso da quelli classici a cui siamo abituati. Perchè allora prenderlo accompagnato con dei dim sum?

Ci sono ora due locali a Milano, sì il Ghe Sem raddoppia dopo il primo locale in via Monti, da non molto tempo ha aperto anche in via Borsieri.

Oggi però non voglio parlare dei sui dim sum ma dei suoi cocktail, una lista molto particolare con cui si possono fare abbinamenti mangerecci e si può addirittura effettuare un percorso di assaggi che ti permettono di fare un viaggio.

Eccovi degli esempi di cocktail che potrete assagiare : la rivisitazione in chiave più morbida del moscow mule con vermouth e sakè allo yuzu, ha ispirato “Asini che volano”; alcune tappe del viaggio di Marco Polo hanno poi suggerito “Sulla via della Seta” con il maraschino, scoperto in Dalmazia, lo sciroppo al curry dell’India, lo shalom bay direttamente dalle bianche spiagge di Phuket e il succo dei migliori yuzu dalle pendici del monte Fuji; il fascino suadente ed irresistibile della più bella ragazza di Città del Messico ai tempi di Pancho Villa, Nahui; lo scetticismo che da anni aleggia intorno un’icona nazionale, la grappa, ha così evocato “Damm-à- Tra” , “fidati di noi, dacci retta”, con un’acquavite di barolo che sfocia in una pesca bianca.

Una lista per tutti i gusti!

CategoriesSenza categoria
Emanuele

Manager di professione, food blogger per passione.
Terzo classificato alla prima edizione di Bake Off Italia, il talent show di Real Time condotto da Benedetta Parodi, una sfida tra pasticceri amatoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *