T

Trulli Love Milano ristorante

Trulli Love

trulli_love_03

Aperto da meno di un anno Trulli Love è un ristorante pugliese aperto nel centro di Milano vicinissimo al Teatro della Scala. Recentemente ho cenato da loro e mi sono trovato molto bene. Io ho adorato il disegno della carta da parati scelta sulla scala per salire al piano superiore dove ci sono i tavoli per pranzare o cenare.

trulli_love_01

Il locale è molto carino, particolare ben curato dove ci si può andare per bere un aperitivo, per pranzo o cena. Dialogando con una dei soci della proprietà ho scoperto che loro non si considerano un normale ristorante ma un concept vero e proprio di ristorazione interne e di street food.

Tutti gli ingredienti utilizzati per i piatti che vengono cucinati sono di produttori locali della Puglia. Questa scelta anche perchè si vuole far conoscere al proprio pubblico prodotti genuini e tipicamente locali che spesso non si riescono a trovare in grandi città distanti.

Ecco qualche piatto che si può gustare in questo locale.

trulli_love_02

Ceci con vongole

trulli_love_04

Polpo di scoglio su vellutata di ceci

Devo anche ringraziare lo chef del ristorante che mi ha regalato la sua ricetta del risotto con cime di rapa e capesante che vi riporto di seguito cosi potrete realizzarla a casa vostra.

trulli_love_06

Ingredienti:

600g di cime di rapa

300g riso vialone nano

150 g di formaggio canestrato dop Puglia, grattugiato Julienne

8 capesante grandi

5 cucchiai di olio extravergine di oliva Monocultivar ottenuto da esclusiva premitura di olive “Coratina”

1 bicchiere di vino bianco secco

1 scalogno grande o due piccoli

Sale

Pepe nero macinato fine al momento

Zenzero in polvere

Procedimento

Pulite le cime di rapa selezionando soltanto i fiori (cime) e le foglie più tenere. Lavate il tutto abbondantemente sotto acqua fresca corrente, facendo molta attenzione a che non resti terra.

Portate ad ebollizione una pentola con abbondante acqua, immergete le cime di rapa e cuocere per circa 10 minuti. Poco prima di fine cottura salate con poco sale iodato, scolate mantenendo l’acqua di cottura da parte, servirà dopo per la cottura del riso. A parte in una ciotola con dei cubetti di ghiaccio fate sbollentare le cime di rapa, così da mantenere il colore verde vivo.

Passate le cime di rapa al mixer fino ad ottenere una crema grossolana, non fine, tenere da parte. Mettete in una pentola da minestra l’olio e lo scalogno pelato e tritato finemente. Portate sul fuoco e fate dolcemente dorare per un paio di minuti a fiamma media. Unite 4 capesante intere e 4 tagliate a cubetti, accuratamente pulite e lavate prima, continuate a rosolare aggiungendo mezzo bicchiere di vino bianco secco, quindi unire un pizzico di sale, una macinata di pepe e un pizzico di zenzero in polvere, proseguite la doratura per qualche minuto ancora fino a totale evaporazione del vino. Fermate la cottura un attimo, togliete le capesante intere e mettete da parte in una ciotola, lasciando in pentola quelle tritate.

Riportate in cottura alzando la fiamma e unendo il riso, fatelo tostare 1 o 2 minuti, aggiungete l’altra metà del bicchiere di vino bianco, fate evaporare, proseguite la cottura a fiamma media aggiungendo un mestolo di acqua di cottura delle rape tenuta da parte ben calda, continuate a cuocere per 8 minuti unendo l’acqua di cottura man mano che viene assorbita, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.

Trascorso il tempo indicato, alzate la fiamma e unite le cime di rapa e le capesante intere tenute da parte. Mescolate continuamente portando a fine cottura (ancora 5/6 min.) facendo ben ritirare il fondo di cottura in modo che risulti cremoso e non acquoso, infine unite il formaggio grattugiato julienne e mantecate.

Il tempo di cottura totale, secondo i minuti di cottura suggeriti dal tipo di riso che si sta usando, solitamente è 15-18 minuti. Spegnete il fuoco, sentite la sapidità e nell’eventualità aggiustate di sale, mescolate bene e lasciate riposare qualche istante, servite ben caldo posizionando una capasanta a testa al centro del piatto con un filo di olio.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *