C

Caffe a porter Peck Milano

Caffe a porter Peck Milano

caffe_peck_01

Nei giorni scorsi Peck a Milano ha presentato la sua collezione di caffè rinnovata nei gusti, nelle miscele e nel packaging. Qualità gusto e raffinatezza sono state le parole di ordinanza. Oggi sono disponibili 3 miscele ma anche 12 tipologie differenti di monorigini per permettere agli appassionati del caffè un viaggio un viaggio in questo mondo e scoprire in purezze le caratteristiche di ognuno. Il viaggio passa dal Brasile, al Burundi, alla Costa Rica, Etiopia, Indonesia, Nepal, ovvero tutti i luoghi famosi per la produzione di questa bevanda ed ogni differente per caratteristiche e profumi. L’altra particolarità che caratterizza questa collezione è che il vostro caffè lo potrete avere personalizzato, in grani e polvere, sia per la moka che per la macchina espresso. Volendo potreste anche miscelare le varie monorigini. Vi sembrerà di ritornare al concetto originale di torrefazione e caffè a porter perchè lo scegliete e lo portate via come volete.

caffe_peck_04

Per il lancio speciale sono state realizzate anche delle praline di cioccolato speciali con 3 monorigini. Siccome il processo di costruzione di questi piccoli dolcetti sono stati particolari e a volte non si possono replicare a livello domestico, lo chef pasticcere di peck mi ha aiutato a scrivere la versione semplificata da replicare al proprio domicilio.

Ecco a voi la versione che potrete realizzare a casa vostra.

caffe_peck_02

Praline al caffè

500g cioccolato equatoriale fondente 55%

1 caffè monorigine Peck (ad esempio Nepal o Indonesia)

Temperate per induzione il cioccolato fondente al microonde mettendo 2 terzi del cioccolato in fusione e quando sarà tutto fuso aggiungete l’altro terzo per raggiungere la temperatura necessaria per il corretto temperaggio. Aggiungete il caffè e lasciatelo infusione per 30 secondi e poi colate il cioccolato negli stampi. Fate raffreddare ed indurire il cioccolato e poi quando saranno pronti i cioccolatini staccateli con colpi secchi tagli stampi senza romperli.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.