F

Fave dei morti alla arancia ricetta

Oggi è il giorno dei morti, anche detto dei defunti. Per cui la ricetta di oggi è dedicata a questa giornata. Ho realizzato una versione differente delle fave dei morti. Ho fatto delle ricerche e ci sono varie ricette in alcune regioni italiane. Al nord e soprattutto nella provincia di Bergamo si realizzano le fave con anice e canditi. Per questa versione ho usato solo arance candite. Il liquore quello anice ma se volete sfumare la persistenza dell’anice potete utilizzare anche del brandy. Questa per me è la terza ricetta di fave dei morti. la prima è stata delle veneziane, poi quelle classiche del centro Italia ed oggi sono ritornato al nord nella mia regione di origine. E voi come le preparate? preferite la versione dura o quella morbida?.

Per la mise en place tutto molto rustico e basico con elementi di metallo smaltato.

Ricetta per Fave dei morti alla arancia

  • Porzioni: 6
  • Problema: facile/media/difficile
  • Stampa

ingredienti

  • 100g di farina di mandorle
  • 100g di farina 00
  • 75g di zucchero
  • 40g di arance candite
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di liquore all’anice
  • 2 cucchiaini di semi all’anice
  • 1 cucchiaino di acqua
  • 1/2 cucchiaino di ammoniaca per dolci
  • 1 pizzico di sale

Istruzioni

  1. Mescolate in una ciotola le farine con lo zucchero e i semi di anice precedentemente schiacciati con il cucchiaio.
  2. Stemperate l’ammoniaca nell’acqua ed aggiungetela alla farine insieme all’uovo, liquore e canditi.
  3. Lavorate bene l’impasto formando una palla.
  4. Su un piano di lavoro infarinato ricavate dei salsicciotti e tagliate dei tocchetti regolari che schiaccerete al centro per dare una forma arrotondata ma irregolare.
  5. Fate cuocere a forno caldo a 160°C per circa 20 minuti.
  6. Sformate quando i bordi saranno dorati.

Nota: Questi biscotti vanno conservati in luogo asciutto perché tendono ad ammorbidire. C’è chi li preferisce così.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *