S

Strudel albicocche e ricotta ricetta

Ultimo dolce prima della mia pausa estiva. Ho realizzato uno strudel alle albicocche e ricotta in versione estate a cui ho aggiunto i pistacchi tostati. E’ proprio buono. Non ho fatto anche la pasta strudel perché in questi giorni ho poco tempo ma ho utilizzato quella sfoglia tirandola sottile. Nell’avvolgere il ripieno alla pasta non ho arrotolato ma ho solo ricoperto. Se non lo sapevate esistono due modi di fare lo strudel, uno arrotolando la pasta al ripieno e l’altro avvolgendolo soltanto. Credo che questa versione sia meglio con la pasta avvolta anche perché la purea di albicocche dopo la prima cottura ai fornelli è più densa e rimane ancora più buona. Mangiatelo freddo con del gelato alla vaniglia. L’abbinata perfetta.

Per la mise en place vassoietto e bicchiere da caffè Easy Life Design, Posate Sambonet e lastra di posa Dekton by Cosentino.

Ricetta per Strudel albicocche e ricotta

  • Porzioni: 6/8
  • Problema: facile
  • Stampa

ingredienti

  • 600g di albicocche
  • 150g di zucchero di canna
  • 25g di burro
  • 250g di ricotta
  • 30g di pistacchi tostati
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 uovo
  • QB di zucchero a velo

Istruzioni

  1. Lavate le albicocche e tagliatele a tocchetti.
  2. In una pentola fate cuocere le albicocche con lo zucchero di canna e il burro sino a quando non si sarà riassorbita tutta l’acqua.
  3. In una ciotola lavorate la ricotta con lo zucchero a velo e l’uovo.
  4. Mescolate la polpa di albicocche raffreddata con la crema di rotta e poi aggiungete i pistacchi interi.
  5. Stendete la sfoglia su una leccarda rivestita di carta da forno.
  6. Versate il ripieno e richiudete bene la sfoglia facendo in modo che le pieghe di chiusura restino sul fondo.
  7. Fate della incisioni oblique sulla sfoglia e poi spolverizzatela con abbondante zucchero a velo.
  8. Cuocete lo strudel a 180°C per circa 30-40 minuti. Una volta raffreddato tagliatelo a fette.

Nota: Nessuna.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *