C

Crostata segale e crema al bergamotto ricetta

Oggi ricetta di una crostata particolare fatta con la frolla di farina di segale e ed una crema pasticciera a base di bergamotto. Questa frolla è particolare nel sapore ma anche nella forma… Ho deciso per una forma geometrica con delle losanghe larghe per dare maggiore risalto al colore della crema pasticciera che è molto intensa per via del succo di bergamotto. In questo dolce è molto importante far fare una doppia cottura alla crema pasticciera, facendo cuocere la frolla insieme alla crema. I sapori si uniscono meglio.

Per la mise en place Richard Ginori e posata Zara Home.

Ricetta per Crostata segale e crema al bergamotto

  • Porzioni: 8
  • Problema: media
  • Stampa

ingredienti

  • 250ml di latte
  • 200g di farina 00
  • 200g di farina di segale
  • 7 tuorli d’uovo
  • 180g zucchero di canna
  • 180g di burro
  • 75g di zucchero
  • 25g di amido di mais
  • 2 bergamotti
  • QB di zucchero a velo

Istruzioni

  1. Grattugiate la buccia dei bergamotti dopo averli puliti bene. Spremeteli entrambi.
  2. Fate bollire il latte con la buccia dei bergamotti ed il succo di uno. Lasciate intiepidire. Poi filtrate.
  3. Lavorate 3 tuorli con lo zucchero e poi aggiungete il latte e per ultimo l’amido. Rimettete la crema sul fuoco sino a quando si sarà addensata.
  4. Formate la fontana con le farine e lo zucchero di canna. aggiungete il burro morbido e i tuorli d’uovo. Lavorate gli ingredienti sino ad ottenere la palla di frolla.
  5. Lasciate riposare l’impasto per almeno 1 ora in frigorifero.
  6. Dividete l’impasto in due parti di cui una più abbondate. Stendete la frolla con il matterello e rivestite una tortiera quadrata.
  7. Versate la crema pasticciera, con il resto della frolla formate delle losanghe molto larghe e cuocete la torta a 175°C per circa 30 – 35 minuti.
  8. Sfornate, lasciate raffreddare e poi spolverizzate con lo zucchero a velo.

Nota: Se non trovate più i bergamotti potete sostituire coni lo cedro oppure con una arancia.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *